Geopolitica della Rete

Cambio di parametro

Per una carta dei doveri, delle responsabilita', della politica

Claudio Allocchio , Giorgio Giunchi

Contributo a identificare ruolo proprio e quadro di relazioni appropriate fra responsabilita' politica e tecnica su innovazione e risorse - particolare riferimento alla interconnessione globale di reti. Riflessioni a margine dei dibattiti sulla cosi' detta "internet governance".
Versioni
29
Ottobre
2008
1.3

  • Ruolo proprio, preziosissimo, e insostituibile dalle istituzioni politiche consiste nel favorire a livello di sistema~paese strategie d' innovazione aggiornate allo stato dell' arte prototipo e standard della ricerca scientifico-tecnologica, fondamentale ed operativa.
  • Un lungimirante approccio strategico risulta particolarmente vantaggioso laddove le istituzioni promuovono la informazione automatica e i suoi servizi di rete, la cui ricerca operativa prototipa [ARPAnet] , fu favorita dalle agenzie accademiche e militari statunitensi con successiva articolazione in rete amministrativa d' interesse nazionale [MILnet] e rete [internet] collaborativa globale [presa d' atto in Clinton-Gore, White Paper, 1998] del sistema protocollarmente autoregolamentato [attraverso gli strumenti coordinati nella Internet Society, ISOC - particolarmente Internet Engineering Task Force. IETF].
  • Da qui un processo di sviluppo e radicatamento su scala mondiale dell' internet su risorse proprie, con sviluppo di forze produttive, trasversalita' di applicazioni e ritmi di crescita incomparabili rispetto ad ogni altro ramo d' innovazione.
  • Fra i partner originari del progetto mondiale, si distingue un pionieristico nucleo italiano, tuttora vitale e "in prima generazione" :
    • sperimentazione e monitoraggio delle reti mondiali concorrenti sino all' esemplare aggancio all' ARPAnet e allo stack protocollare [TCP-IP];
    • costituzione e gestione d' avanguardia del Gruppo nazionale di Armonizzazione delle Reti della Ricerca e Universita' sull' ossatura dei siti INFN;
    • costituzione e gestione di uno dei primi country code Top Level Domain [".it" , nella cura dello istituto CNUCE del CNR, con il consenso dell comunita' UNIX locale e la collaborazione operativa del GARR medesimo...] con redazione di originali Regole di Naming.
    • impianto e radicamento di prototipi corsi di laurea e dipartimenti in scienza della informazione e informatica ;
    • [...]
  • Dalla drammatica esplosione dell' internetworking di massa [per convenzione biennio 1994-1995] si segnalano, sempre a livello locale :
    • il primo contributo italiano, che fu pure il primo contributo transcontinentale, alla redazione delle Request of Comments ;
    • un felicemente precoce startup di servizi lato provider ;
    • la gemmazione delle originarie interazioni di base [usenet];
    • [...]
  • Non si apprezzano le potenzialita' dell' internet se non se ne comprende a fondo l' identita' e se ne ignora l' intima storia di autoconsistenza.
  • Il suo startup e' stato fisiologicamente sviluppato in modo autonomo - in mercato proprio di riproduzione allargata di servizi a mezzo di servizi - al di fuori di partecipazione statale - con autoregolamentazione del modello.
  • Lato politico nazionale puo' essere documentata una simmetrica cronica estraneita' obbiettiva al processo di evoluzione di Servizi e Applicazioni, insensibilita' soggettiva, sconoscenza tecnica.
  • Possiamo distinguere in dettaglio due approcci:
    • A partire nella xiii legislatura una immatura agenzia politica, gia' marcata da una remota dimissione coloniale [originario caso Olivetti, 1964] di strategia propria sulle risorse elettroniche, si dedico' originariamente a terzomondistiche ambizioni di "gestione" governativa diretta - in seconda battuta "cogestione" - del punto .it e a scomposte legiferazioni d' occasione, tipicamente inefficienti.
    • Dalla xv legislatura e' in atto un meno rozzo ma altrettanto inefficiente approccio di disallineata concertazione extraparlamentare : a tutt' oggi infatti e' vacante una razionale commissione bicamerale di ordinaria interlocuzione e istruttoria legislativa sulle reti della innovazione.
  • Sistematicamente l' Esecutivo, allora come come ancor oggi, aggrega e disaggrega disinvoltamente il tema strategico delle reti d' innovazione a rango di ministero, o sottosegretariato, o ufficio ministeriale, o piu' uffici ministeriali.
  • ---

  • II quadro di riferimento istituzionale ancor si rappresenta nello sconnesso teatro [autentico governo delle cose in Italia, ben piu' stabile delle transitorie maggioranze politiche] di dispersi uffici di indirizzo, vigilanza, esecutivi, di un conio che ha ben poca corrispondenza al mondo : Authority varie, Garanti varii, CNIPA che opzionalmente dialogano con pezzi della rete.
  • [Qui v'e' lo spazio per alludere solo in parentesi al sotteso subalterno ritardo e fraintendimento d' elaborazione socioeconomica, nella cultura politica italiana , sia lato capitale, che lato lavoro:
    • la informazione~automatica viene sostanzialmente ridotta in accezione strumentale, con enfasi sugli occasionali processi, e rassegnata logica d; importazione, nella ragione di scambio globale, dei prodotti ;
    • la interconnessione di reti viene sostanzialmente trasfigurata come problema, in vece che come risorsa.]
  • Le occasionali "risorse" politiche e amministrative sono per lo piu' assorbite da incostanti approcci legislativi agli abusi inevitabilmente emergenti in un rete programmaticamente architettata ad accessi e contenuti sincroni ed indiscriminati - patologie letteralmente riflesse in quello "specchio del mondo" che e' l' internet ...
  • Le linee guida, culturali e psicologiche, di tali approcci sono ancor sostanzialmente iconoclaste : non si va' sistematicamente alla radice, e troppo spesso si cerca di surrogare la sanzione della responsabilita' personale dell' abuser con macchinose interferenze sulle procedure tecniche di distribuzione, e al livello medio d' esercizio dei provider locali : con ovvia ricaduta di inefficacia.

---

  • Ma non si puo' affrontare il "problema piu' interconnesso del mondo" nei termini piu' sconnessi.
  • Ovvero solo una incomprensione di fondo della feature e forma generale dell' internet [ripetiamo : indiscriminazione d' accessi e contenuti presso ogni porta civile, business, home, personal, fissa e mobile] genera il patetico equivoco di una risoluzione estrinseca.
  • [Anche qui tra parentesi: la illusione di risolvere la informazione interferendo sulla tecnologia - via legge - genera spesso miopi grida manzoniane che degradano il consenso politico sia presso i tecnici che presso le classi motrici d' eta' : i giovani sempre piu' si allontanano dalla intermediaria comunicazione politica {e dai suoi classici spazi di consenso unidirezionali : giornalistici, radiotelevisivi ...} mentre per converso sono protagonisti trascinanti di una disintermediata comunicazione telematica].
  • Totalitaria [o come va' di moda dire : bipartizan] purtroppo e' l' afoni'a - a proposito di separazione strutturale della interconnessione di reti - da parte di un ceto politico che sconta ed eredita appieno la dissennata svendita all' incumbent di un' ultimo miglio che era stato costituito e finanziato in partecipazione statale.
  • Abbiamo lasciato da ultimo, ma solo per marcare la prima ed amarissima evidenza del fenomeno : LO Stato medesimo che vuole autorevolmente normare la interconnessione di reti - non ha una Rete all' altezza ; LA Pubblica Ammministrazione non ha UNA Rete esemplare, funzionale, ben temperata ed articolata.
  • E su questo punto, fuor di chiacchiera, la Ragion Politica si gioca la propria identita' telematica - il proprio titolo ad interagire con i soggetti civili internetworking - in una parola: la propria credibilita'.
  • UNA Rete per la Pubblica amministrazione : non e' chi non veda la preziosa occasione di volano economico nel sollecitare la concorrenza di servizi allo stato dell' arte presso una offerta business ricca di opzioni [anche di matrice nazionale ed open source] e la occasione elementare di sfruttare appieno la piu' qualificata rete nazionale allo stato dell' arte : GARR.

---

  • Oggi, ancora una volta, ancora un volta dopo l' ultima, "ci rimangono 5 anni" ... ma la dinamica geopolitica non fa' sconti a nessuno, e non fara' alcuno sconto ad una nazione strutturalmente "di secondo livello" - stretta fra le convergenti concorrenze di sistemi~paese a strategico investimento in alto contenuto tecnologico - e sistemi~paese a basso costo del lavoro.
  • L' ordine del giorno e', ancora una volta dopo l' ultima :
    • 1. UNA rete per LA pubblica amministrazione, allo stato dell' arte: GARR.
    • 2. Un compiuto piano verticale di formazione informatica e telematica [Scuola+Universita'+Ricerca], con nodi nazionali di qualificazione eccellente.
    • 3. Un piano civile di cablaggio in fibra
    • 4. Un combinato disposto fiscale d' ausilio all' internet redditizia ...
    • 5. [...]
  • E per cio', e ogni altra opzione, programmare, raffinare, e dotare di lungimiranti risorse: funzionale Coordinamente interministeriale e strutturale Commissione parlamentare di istruttoria legislativa e interlocuzione ordinaria e periodica con cho l' internet l' ha impiantata, la mantiene, la sviluppa [se ... the internet is for everyone ... allora internet non e' esercizio tipico "ne' di maggioranza ne' di opposizione" ... e il luogo perfetto di interazione istituzionale e' il parlamento dei delegati di tutti i cittadini .... ].

---

  • Una "internet governance" non limpidamente risolta sui contenuti distorce il "ruolo delle parti" - e' letteralmente retorica pura : non esiste.
  • Il solo produttivo orizzonte di una interazione "multistakeholder", consiste nella riconosciuta distinzione delle competenze proprie, al di fuori di ogni equivoco di "cogestione".
  • E' ben opportuno operare affinche' tale processo non si risolva in ennesima redazione di libri dei sogni, con immancabile commemorazione delle occasioni perdute.
  • Razionalmente e concretamente auspicheremmo quindi una interazione misurabile fra ragion politica e ragion tecnica, a livello programmatico, nella sedi statutarie degli impegni, con assunzione di responsabilita' propria e limpida dichiarazione degli oneri rispettivi.
ll primo diritto civile e politico dell' internet e' anche il permanente e ultimo suo orizzonte : si risolve irrevocabilmente in un esemplare programma ben radicato da tempo nel mondo delle reti : "the internet is for everyone" [rfc 3271].

Tale programma [partecipato attivamente oggi nel mondo da oltre un miliardo e mezzo di persone, in italia oltre 25 milioni] si e' costituito e viene mantenuto e sviluppato nella costante pratica di coloro che hanno scelto di dedicare quotidianamente il loro studio e lavoro allo accesso esaustivo ed indiscriminato all' inter~net~working, allo stato dell' arte, presso ogni porta, singolare e collettiva, privata - e pubblica.

In ques' ultimo senso l' internet e' pronta, e' pronta da anni, a dare il suo contributo pure alla "rete dello stato", alla interconnessione ed interfaccia compiuta presso tutti i cittadini dello stato comune.

  • L' internet e' gia' costituita per processo di mantenimento protocollare fisiologicamente under construction . Non e' l' internet che ha bisogno di una carta dei diritti propria, scissa e altra dalle dichiarazioni universali dei Diritti dell' Uomo : non ne ha bisogno ne' in quanto tecnologia , ne' in quanto interazione programmaticamente inclusiva di ogni persona.
  • E' la politica che ha bisogno di aggiornare, a fronte della critica innovazione, una propria carta dei doveri, delle responsabilita'.

Riferimenti

Documenti GARR

Apr_2006 Geopolica delle reti : Europa~Mediterraneo Eumedconnect E. Valente
Apr_2006 Geopolitica delle reti : Europa~Meditteraneo~Asia Punto Informatico E. Valente
Mar_2005 Gestione Ampliamento Reti della Ricerca Punto Informatico E. Valente
Giu_2002 Ritorno alle origini : le reti agli utentii IV Incontro GARR G. Attardi
Giu_2002 Evoluzione del GARR e della Rete GARR IV Incontro GARR E. Valente

Fonti e ricerche per una storia dell' internetworking in Italia

Fonti e ricerche
  • [a cura di http://cctld.it]
  • [whois output for: cctld.it - Created: 2001-10-17 00:00:00]
  • Sommario
  • [a cura di http://cctld.it]
  • [whois output for: cctld.it - Created: 2001-10-17 00:00:00]
  • L' Uomo e la Macchina
  • [a cura di http://cctld.it]
  • [whois output for: cctld.it - Created: 2001-10-17 00:00:00]
  • La prima Calcolatrice Elettronica Italiana - CEP - Generazione e Sviluppi
  • [a cura di http://cctld.it]
  • [whois output for: cctld.it - Created: 2001-10-17 00:00:00]
  • Cambio_di_parametro
    Allocchio_gg
    cctld.it
    Geopolitica